sabato 16 settembre 2017

il ritorno sulla B

Per riprendere la mano.

Provo ad analizzare velocemente i match della B..
Le quote sono Snai.

Brescia Vercelli 1 a 2
Partita difficile da inquadrare. Il Brescia ha vissuto una prima parte di anno strana con l’arrivo di Cellino sembrava certo il passaggio della guida tecnica (direttore + tecnico) a qualcuno a lui vicino, e se per il ds prossimo arrivo capozzuca per il tecnico gli incontri avuti con Boscaglia lo han convinto a tenerlo e la squadra ha risposto bene (ad avellino in quella che da risultato pare la peggiore erano avanti 1 a 0 fino a ¾ di gara e poi un’espulsione prima e un gol alla fine li han fermati) poi partite sempre sopra la sufficienza anche senza Caracciolo. Questa e la prima vera partita che possono vincere da pronostico, recuperano Caracciolo e gioca anche Bisoli, ma proprio perché la prima partita con i favori del pronostico potrebbe pagare ed è cmq un qualcosa di nuovo che potrebbe far tornare boscaglia ad un modulo più offensivo come dovrebbe essere nel suo dna.
Vercelli che forse del lotto, rispetto lo scorso anno, e la squadra uscita peggio dal mercato. Un tecnico che ha fatto discretamente nelle Serie C ma che ha avuto un approccio alla B molto negativo. Ho visto solo i primi 70 minuti della partita con la Cremonese e hanno fatto una partita estremamente negativa difensiva e poco propositiva offensivamente in cui si affidano troppo alla qualità dei singoli (non eccelsa tra l’altro) e la cosa peggiore e che non ha ancora trovato i 13/14 che possano fare i titolari e che siano chiari che per una formazione che deve salvarsi diventa determinante. Non mi sorprenderebbe l’esonero stasera perché credo perda.

Cremonese Carpi
A inizio anno sono interessante le lavagne sulla promozione e spesso capita che sulla B, anche i migliori, sbaglino pronostico. Ultima da quasi tutti era la Cremonese e questa volta era un pronostico “facile” che han sbagliato visto che la Cremonese al mercato piaceva anche nelle amichevoli estive contro le squadre di A.
Mettiamo un tecnico esperto che ha una sua collocazione perfetta in una squadra del nord “media” dove si vive bene, che ha potuto tirarsi su la sua creatura con un anno di C in crescita netta e che su quella squadra inserisce giocatori di assoluto valore sia della vecchia B sia della vecchia A. Si crea un mix che non può che ambire almeno ai play off (e almeno lo scrivo perché sono da primi 4 per me). Questa è la Cremonese.   
Carpi ha lavorato benissimo anche questa estate. Rivoluzione doveva essere è rivoluzione è stata sia nella guida tecnica che nell’area manageriale. Calabro ha fatto la classica gavetta facendo bene nelle ultime stagioni al francavilla giocando un gioco che si adatta bene alla storia del Carpi. Molta determinazione, meno spazio all’aspetto spettacolo ma massima speculazione sulle proprie capacità e i risultati sono 1 a 0 soffertissimi che se in una partita sono un indizio, se si verificano in 3 tutte molto similari, allora diventa una prova di un qualcosa di ricercato. Personalmente le prestazioni che maggiormente mi hanno sorpreso sono quelle di Colombi, era in naftalina da un paio di anni è tornato alla grandissima numero 1. Tra 3 giornate, se ho fatto bene i conti, inizia a giocare anche nzola che han preso dal francavilla proprio, e potrebbe muovere gli equilibri ancora più in favore del carpi in partita equilibrate.
E la prima partita che, visto il calo del segno 1, ora a 2 mi fa modificare la valutazioni di lunedi in funziona della modifica di quota e il suggerimento è 1x + under 2.5 (1-0 / 2-0 / 0-0 / 1-1 coperti) a 1.9.

Empoli Ascoli
Empoli ha dato una accelerata al suo mercato sul finire quando ha forzato per Caputo in sintesi, ma fino a quel momento tante cessioni e qualche acquisto che nella scorsa B aveva fatto bene in formazioni non di prima fascia. Vivarini è un ottimo tecnico e confido molto nelle sue qualità visto che ha vissuto varie fasi della sua carriera guidando formazioni che dovevano salvarsi o ambire a promozione e avendo sempre una sua idea di gioco chiara e molto propositiva (resta che a leggere il centrocampo e pensare che sia un reparto di squadra da promozione si fa fatica) mentre avanti Donnarumma lo conosce benissimo e Caputo per molti “versi” somiglia a Lapadula ricreando quel Teramo che perse la B solo per fatti esterni.
Per me l’empoli e da seconda fascia dei play off (4-8 posizione). Ascoli non so ancora giudicarlo questo perché la scelta di mettere allenatori alla prima esperienza vera alla guida di un team di B crea una “non conoscenza” assoluta e siva per ipotesi legata alla sua carriera da calciatore per una parallelismo spesso di poco senso. Hanno preso due riserve del benevento della scorsa annata, per esempio, Padella e Buzzegoli che sono buoni per una squadra che deve salvarsi e han tenuto Favilli (ma hanno mandato via con ignomia Cacia senza senso che cmq li ha salvati 2 anni) atteggiamenti strani da un direttore sportivo nato e cresciuto sotto i Pozzo a Udine come Giaretta. Ma la migliore alternativa è proprio offensiva ma sono due giocatori similari (favilli e rosseti) e poi poche carte in tutti gli altri ruoli e Lanni che non pare essere quello degli ultimi anni (sarebbe costato già 4 punti ma alla prima giornata gli fischiarono un fallo a favore che era solo un suo errore). Riservo il giudizio ma è squadra da play out / retrocessione diretta ad ora.
Partita che non ha quota, ma il Gol Gol, visto attacchi e difesa a 1.83 pare la migliore scelta di gioco.


Un saluto a Massimo Risa. (perdonatemi se non rileggo ma ci metterei troppo)

Nessun commento: